Santuario

BUONA PASQUA IL SIGNORE GESU’ E’RISORTO

cristo risorto
Cristo è Risorto!

 

“Cristo ha patito, moriamo al peccato; Cristo è risuscitato, viviamo per Iddio. Cristo è passato da questo mondo al Padre; non su questo mondo si attacchi il nostro cuore, ma lo segua nelle cose di lassù.
Il capo nostro fu appeso sul legno della Croce: crocifiggiamo la concupiscenza della carne. Giacque nel sepolcro; sepolti con lui dimentichiamo le cose passate. LUI siede in cielo: trasferiamo i nostri desideri alle realtà celesti.” (s. Agostino)

I Padri di S. Rita

Bernardino, Stefano,
Vincenzo, Gianfranco, Michele

Annunci
Santuario

Avvisi domenica 27 marzo 2016

1. DOMANI – LUNEDì DELL’ANGELO le sante messe saranno secondo l’orario feriale: 8,00 – 9,00 – 17,00

2. E’ Iniziata la Novena in preparazione alla festa della DIVINA MISERICORDIA, CHE SARA’ DOMENICA 3 APRILE
Tutte le sere, il santo Rosario ci sarà alle ore 16,15 e poi seguirà la CORONCINA ALLA DIVINA Misericordia.

3. Sabato prossimo ci sarà il Santo Rosario alle ore 17,00 e alle 17,30 novena e coroncina alla Divina Misericordia.

Santuario

La preghiera del Papa alla via Crucis del Venerdì santo

papa-francesco-preghiera-675
Papa Francesco

 

Al termine della via crucis del venerdì santo al Colosseo Papa Francesco ha letto una preghiera scritta da lui per questa occasione. Eccola in versione integrale
O Croce di Cristo!
O Croce di Cristo, simbolo dell’amore divino e dell’ingiustizia umana, icona del sacrificio supremo per amore e dell’egoismo estremo per stoltezza, strumento di morte e via di risurrezione, segno dell’obbedienza ed emblema del tradimento, patibolo della persecuzione e vessillo della vittoria.
O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo eretta nelle nostre sorelle e nei nostri fratelli uccisi, bruciati vivi, sgozzati e decapitati con le spade barbariche e con il silenzio vigliacco.
O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo nei volti dei bambini, delle donne e delle persone, sfiniti e impauriti che fuggono dalle guerre e dalle violenze e spesso non trovano che la morte e tanti Pilati con le mani lavate.
Pubblicità
O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo nei dottori della lettera e non dello spirito, della morte e non della vita, che invece di insegnare la misericordia e la vita, minacciano la punizione e la morte e condannano il giusto.
O Croce di Cristo, ancora oggi ti vediamo nei ministri infedeli che invece di spogliarsi delle proprie vane ambizioni spogliano perfino gli innocenti della propria dignità.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei cuori impietriti di coloro che giudicano comodamente gli altri, cuori pronti acondannarli perfino alla lapidazione, senza mai accorgersi dei propri peccati e colpe.
Pubblicità
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi neifondamentalismi e nel terrorismo dei seguaci di qualche religione che profanano il nome di Dio e lo utilizzano per giustificare le loro inaudite violenze.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi in coloro che vogliono toglierti dai luoghi pubblici ed escluderti dalla vita pubblica, nel nome di qualche paganità laicista o addirittura in nome dell’uguaglianza che tu stesso ci hai insegnato.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei potenti e neivenditori di armi che alimentano la fornace delle guerre con il sangue innocente dei fratelli.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei traditori che per trenta denari consegnano alla morte chiunque.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei ladroni e nei corrotti che invece di salvaguardare il bene comune e l’etica si vendono nel misero mercato dell’immoralità.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi negli stolti che costruiscono depositi per conservare tesori che periscono, lasciando Lazzaro morire di fame alle loro porte.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei distruttori della nostra “casa comune” che con egoismo rovinano il futuro delle prossime generazioni.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi negli anziani abbandonati dai propri famigliari, nei disabili e nei bambini denutriti e scartati dalla nostra egoista e ipocrita società.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nel nostro Mediterraneo e nel mar Egeo divenuti un insaziabile cimitero, immagine della nostra coscienza insensibile e narcotizzata.
O Croce di Cristo, immagine dell’amore senza fine e via della Risurrezione, ti vediamo ancora oggi nelle persone buone e giuste che fanno il bene senza cercare gli applausi o l’ammirazione degli altri.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei ministri fedeli e umili che illuminano il buio della nostra vita come candele che si consumano gratuitamente per illuminare la vita degli ultimi.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei volti delle suore e dei consacrati – i buoni samaritani – che abbandonano tutto per bendare, nel silenzio evangelico, le ferite delle povertà e dell’ingiustizia.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei misericordiosi che trovano nella misericordia l’espressione massima della giustizia e della fede.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nelle persone semplici che vivono gioiosamente la loro fede nella quotidianità e nell’osservanza filiale dei comandamenti.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei pentiti che sanno, dalla profondità della miseria dei loro peccati, gridare: Signore ricordati di me nel Tuo regno!
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei beati e nei santi che sanno attraversare il buio della notte della fede senza perdere la fiducia in te e senza pretendere di capire il Tuo silenzio misterioso.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nelle famiglie che vivono con fedeltà e fecondità la loro vocazione matrimoniale.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei volontari che soccorrono generosamente i bisognosi e i percossi.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei perseguitati per la loro fede che nella sofferenza continuano a dare testimonianza autentica a Gesù e al Vangelo.
O Croce di Cristo, ti vediamo ancora oggi nei sognatori che vivono con il cuore dei bambini e che lavorano ogni giorno per rendere il mondo un posto migliore, più umano e più giusto. 
In te Santa Croce vediamo Dio che ama fino alla fine, e vediamo l’odio che spadroneggia e acceca i cuori e le menti di coloro preferiscono le tenebre alla luce.
O Croce di Cristo, Arca di Noè che salvò l’umanità dal diluvio del peccato, salvaci dal male e dal maligno! O Trono di Davide e sigillo dell’Alleanza divina ed eterna, svegliaci dalle seduzioni della vanità! O grido di amore, suscita in noi il desiderio di Dio, del bene e della luce.
O Croce di Cristo, insegnaci che l’alba del sole è più forte dell’oscurità della notte.

O Croce di Cristo, insegnaci che l’apparente vittoria del male si dissipa davanti alla tomba vuota e di fronte alla certezza della Risurrezione e dell’amore di Dio che nulla può sconfiggere od oscurare o indebolire.
Amen!
Papa Francesco

Santuario

Settimana Santa 2016

“ Vegliamo dunque, carissimi, perché la sepoltura di Cristo si è protratta fino a questa notte, cosicché proprio in, questa notte è avvenuta la risurrezione di quella sua carne che allora fu oltraggiata sul legno, adesso è adorata in cielo e sulla terra.. Ed era opportuno che risorgesse di notte, perché con la sua risurrezione ha rischiarato le nostre tenebre; non per nulla già poco tempo prima si cantava a lui: Illuminerai la mia lampada, Signore; mio Dio, illuminerai le mie tenebre ”. (S. Ag. Disc. 221)

 

MARTEDI’ SANTO – 22 Marzo
ore 20.45 Penitenziale e Confessioniconfessione

MERCOLEDI’ SANTO23 Marzo
DEVOZIONE A S. RITA
SS. MESSE ore 8.00 9.00 10.00 17.00 18.30

GIOVEDI’ SANTO – 24 Marzo
ore 8.00 Preghiera delle Lodi
ore 9.30 In Duomo – S Messa del Crisma – benedizione degli Oli Santi
ore 17.00 Celebrazione per i bambini: lavanda dei piedi
INIZIO DEL TRIDUO PASQUALEGiovedisanto
ore 18.30 S. Messa nella Cena del Signore
ore 21.00 Adorazione Comunitaria

VENERDI’ SANTO – 25 Marzo
ore 8.00 Preghiera delle Lodi
ore 18.00 Celebrazione della Passione del Signore
Adorazione della Crocecroce
ore 21.00 Via Crucis

SABATO SANTO – 26 Marzo
ore 8.00 Preghiera delle Lodi
ore 21.00 GRANDE VEGLIA PASQUALE
nella NOTTE SANTA
Inizio in Oratorio con benedizione del fuoco e l’accensione del cero

DOMENICA di PASQUA – 27 Marzo

SS.MESSE ore 8.30 10.00 11.30 17.00 18.30

Buona Pasqua!
Per tutti la gioia
del Signore Gesù Risortorisorto

Santuario

I quindici Giovedì di S. Rita

527562_3780032590488_1567134789_3149461_1300685526_n
la nostra Santa

QUINDICI GIOVEDI’ DI SANTA RITA

Ogni Giovedì
Pia Pratica Religiosa
dei 15 Giovedì di Santa Rita

I 15 Giovedì ricordano i 15 anni in cui Santa Rita portò la Spina di Cristo sulla fronte, fedele discepola di GESU’ fino alla CROCE.

Nel nostro Santuario

in Milano

Celebrazione della Santa Messa,
con omelia e preghiera particolare
8,00 – 9,00 – 10,00 – 17,00 – 18,30
18,30 per impegnati nel lavoro e per giovani

IMITIAMO E AMIAMO… la santa agostiniana,
la santa degli impossibili;
modello per giovani, sposi, vedove
e genitori che hanno perso i loro figli
e per i consacrati nella vita religiosa

24 MARZO GIOVEDI’ SANTO

La devozione del 7° giovedì di santa Rita
sarà anticipata a mercoledì 23 marzo ’16
L’orario delle sante Messe sarà
8,00 – 9,00 – 10,00 – 17,00 – 18,30

Santuario

Avvisi domenica 6 marzo 2016

AVVISI
6.3.2016

1. Continuiamo a vivere la nostra Quaresima nella preghiera, nell’ascolto della Parola di Dio e nella Carità: Vi invitiamo alle catechesi del lunedì e giovedì alle ore 20,30
Al giovedì di Santa Rita
alla Via Crucis del venerdì

2. Mercoledì prossimo 9 marzo, alle ore 18,00 la nostra comunità parrocchiale animerà la santa Messa nella cappella dell’Ospedale S. Paolo

3. Domenica prossima 13 marzo vorremmo vivere la GIORNATA DELLA CARITA’ PARROCCHIALE, per i poveri  della Parrocchia:


potete portare viveri e le offerte saranno data per la Carità

penna

4. Fin da oggi vi proponiamo una RACCOLTA STRAORDINARIA di oggetti di cancelleria e francobolli per i carcerati di s. Vittore.
Potrete portare tale materiale in sacrestia

5. In fondo alla chiesa la fondazione D’AMBROSIO vi offre UOVA DI PASQUA, per poterli acquistare e così contribuire alle loro iniziative di carità